menu

Recuperatore a flussi incrociati

La maggior parte degli edifici che utilizzano l’energia per il riscaldamento, il raffrescamento, la ventilazione o ogni tipo di processo industriale possono potenzialmente beneficiare dell’applicazione di sistemi e dispositivi per il recupero del calore.

La tecnologia del recuperatore a flussi incrociati è di gran lunga la più comune forma di recupero di calore aria-aria e viene utilizzata in centrali di trattamento e con volume d’aria differenti. Questa tecnologia può essere integrata con l’aggiunta di batterie di riscaldamento e di raffreddamento al fine di ridurre la quantità di energia necessaria a mantenere le condizioni interne.
I recuperatori a flussi incrociati sono costituiti da un determinato numero di piastre dal design particolare, in alluminio ad alta conducibilità, assemblate tra di loro in modo tale da essere in grado di trasferire calore tra l’aria di espulsione e quella esterna, senza che i due flussi d’aria si miscelino. Questo sistema può operare a temperature comprese tra -30°C e 90°C. A seconda dell’applicazione, le piastre possono essere in alluminio, in alluminio verniciato o in acciaio inossidabile. Al fine di evitare congelamento alle basse temperature o nelle applicazioni free-cooling, vengono utilizzati sistemi dotati di serranda di by-pass.
Per maggiori informazioni far riferimento alla documentazione disponibile e/o contattare l’ufficio tecnico Climaeuro.
phe
phe_general