menu

Recuperatore di calore rotativo

I recuperatori rotativi entalpici sono sempre più richiesti nei Sistemi di Riscaldamento, Ventilazione e Condizionamento dell’Aria (HVAC), consentendo il trasferimento di energia tra l’aria di espulsione e l’aria di mandata.
Un recuperatore rotativo entalpico ben progettato permette di recuperare dal 60% all’80% dell’energia che altrimenti sarebbe necessaria per riscaldare o rinfrescare l’aria di mandata. La sua installazione nei sistemi HVAC permette di ridurre l’investimento iniziale e i costi di gestione.
Il recuperatore rotativo entalpico è posizionato in modo tale che l’aria di espulsione e quella di mandata viaggino attraverso di esso in direzioni opposte tramite condotti separati (vedi diagramma). L’aria esterna passa attraverso la ruota prima di entrare nel resto del sistema HVAC, assorbendo il calore recuperato dall’aria di espulsione.
Ruotando, esso assorbe calore e umidità dal flusso d’aria più calda e rilascia calore e umidità al flusso d’aria più fredda. Questo significa che l’aria di mandata viene scaldata e umidificata in inverno e raffreddata e deumidificata in estate.
Essi sono costituiti da una struttura in alluminio a nido d’ape e contenuti all’interno di un telaio portante. La struttura a nido d’ape permette di massimizzare la superficie di contatto, garantisce una minima perdita di carico d’aria, un peso leggero e un’elevata resistenza strutturale. L’alluminio è rivestito da un essiccante ( gel di silice) che è in grado di assorbire e rilasciare continuamente umidità.
Le tipologie disponibili sono:
  • Ruote di condensazione: è una soluzione economica utilizzata nelle applicazioni di condizionamento dell’aria di tipo standard. Condensando, rimuovono l’eccesso di umidità nell’aria.
  • Ruote di assorbimento: queste sono utilizzate, entro certi limiti di temperatura, per trasferire umidità da un flusso d’aria all’altro nelle applicazioni di condizionamento dell’aria di tipo comfort. Le superfici della ruota presentano la caratteristica tali da assorbire l’umidità.
  • Ruote entalpiche: queste possono trasferire elevate quantità di umidità da un flusso d’aria all’altro, grazie al materiale di cui sono rivestite. Esse sono molto efficaci in condizioni di elevata temperatura e di elevata umidità. Tramite la loro capacità di pre-raffreddamento e deumidificazione, esse tendono a diminuire la richiesta totale di raffreddamento del sistema, permettendo così di installare refrigeratori d’acqua e batterie di scambio termico di grandezza inferiore.
Tramite il controllo della velocità di rotazione con un variatore di frequenza, la quantità di energia recuperata può essere modificata al variare delle condizioni climatiche esterne e della riduzione del flusso d’aria, cosa particolarmente adatta negli impianti a Portata d’Aria Variabile.
Per maggiori informazioni far riferimento alla documentazione disponibile e/o contattare l’ufficio tecnico Climaeuro.
rhe
rhw_gen